Le news dal mondo scientifico… a cura di Girolamo Sirchia

Informarsi bene per custodire la propria salute

L’obesità è una malattia multifattoriale che ha una predisposizione genetica poligenica, ma necessita di una influenza ambientale per manifestarsi. La dieta salutare (poco cibo, fresco e cucinato con prevalenza di verdura, frutta, acidi grassi polinsaturi, senza zuccheri, alcol e sale, fritti, carne animale e farine raffinate), se regolare, riduce il rischio genetico di obesità, di diabete di tipo 2 e di malattie cardiovascolari, in ciò coadiuvata dall’attività muscolare quotidiana.

Questo stile di vita quando è seguito bene evita che il peso corporeo cresca: mantenere un peso corporeo ideale è il miglior indicatore di buona salute. È importante che tutti capiscano che ognuno di noi può fare molto per la sua salute con semplici regole di vita, fuggendo le offerte di un ambiente obesogenico che propone cibi non salutari in larghe porzioni ed essendo consapevole delle debolezze delle Istituzioni alla pressione industriale e commerciale che la nostra società esercita a favore dei cibi non salutari. Purtroppo oggi non si accetta che la libertà venga regolata e si dia priorità alla salute pubblica: così non viene limitata la pubblicità o i programmi televisivi che propongono modi di vivere non salutari. Ciò, unitamente alla mancanza di informazione ed educazione sanitaria istituzionale, comporta il prevalere di stili di vita nocivi e costosi per la collettività a favore degli interessi organizzati.

– Wang T et al. Improving adherence to healthy dietary patterns, genetic risk and long term weight gain: gene-diet interaction analysis in two prospective cohort studies. BMJ 2018;360; j5644.

– Ells LJ et al. Diet, genes and obesity. BMJ 2018;360:k7.

 

L’attività fisica come prevenzione

Alcune malattie croniche (diabete, nefropatie croniche, gotta, malattie cardiovascolari) aumentano il rischio di cancro di circa il 20%. In queste malattie l’attività fisica riduce questo rischio del 40%.

Tu H et al. Cancer risk associated with chronic diseases and disease markers: prospective cohort study.

BMJ 2018;360;k134.

 

Ognuno di noi deve custodire la propria salute

I grandi nemici della salute del cuore e dei vasi sono 4:

1. tabacco;

2. ipertensione arteriosa;

3. sovrappeso corporeo;

4. cibi ricchi di grassi trans artificiali, derivati dalla parziale idrogenazione di oli vegetali, che provocano aumento dell’LDL-C e riduzione dell’HDL-C.

All’ipertensione contribuisce il contenuto di sale presente nei cibi. Il sovrappeso da eccessiva massa adiposa è causato da porzioni eccessive di cibi molto calorici (cioè ricchi di carboidrati ad alto e medio indice glicemico* (zucchero, alcolici, farine raffinate, riso brillato, e grassi trans) ed è anche la principale causa del diabete di tipo 2. I cibi industriali, i ristoranti, i cibi pronti e gli street-foods eccedono oggi in carboidrati ad alto indice glicemico, grassi trans, sale e porzioni eccessive: cucinare e mangiare a casa è quindi il primo suggerimento salutare. L’ipertensione arteriosa è subdola perché inapparente: va ricercata, monitorata e curata per tutta la vita. Il tabacco rimane la prima causa di morte prematura e di malattia evitabile.Ognuno di noi deve capire bene questi pericoli, perché il mondo in cui viviamo è governato da interessi economici che collidono con la salute pubblica e che sono poco contrastati dai Governi, a loro volta soccombenti rispetto a tali interessi organizzati. Solo la nostra personale consapevolezza della realtà ci può assicurare una vita in salute.

1. Frieden TR, Bloomberg MR. Saving an additional 100 million lives.Lancet 391, 709-12, 2018.

2. Uusitupa M. Remission of type 2 diabetes: mission not impossible.Lancet 391, 515-16, 2018.

*Indice glicemico di un alimento = livello di glicemia raggiunta dopo l’ingestione rispetto a quella data dal glucosio (fatto = 100). Alto indice ≥75, medio indice = 50-75.

Top