Notizie Brevi, numero 20, 2014

21/02/2014

La forza della passione

La stesura del primo editoriale del 2014 mi porta inevitabilmente a ricordare i tanti primi numeri dell’anno di Notizie Brevi. Tanti auguri, tante speranze, tante attese per il futuro hanno trovato spazio in queste poche righe sempre accompagnate a un sentimento di simpatia e riconoscenza per i tanti donatori che consentono al Centro trasfusionale di soddisfare il bisogno di salute di tanti pazienti. La tradizione si rinnova anche quest’anno, ma ai consueti auguri vorrei aggiungere una considerazione che scaturisce dalle riflessioni di questi giorni. Si chiude un anno grigio, assai difficile per molti che hanno perso il lavoro o semplicemente la speranza di un lavoro, problematico per tutti: tassazione eccessiva e spesso iniqua, politica sempre più lontana dai problemi del Paese che non smette il suo chiacchiericcio inconcludente, incapace di incidere su punti nodali come la spesa pubblica eccessiva, che si accontenta di un lifting quando occorre estirpare il tumore.
Eppure in questo scenario non mancano esperienze coraggiose di singoli che credono cocciutamente che una via d’uscita è ancora possibile. E pur in un momento di crisi psicologica ed economica generalizzata trovano il coraggio di riscoprire una passione nella loro vita. La passione per il lavoro, la passione per l’arte, la natura, l’amicizia, il rispetto degli altri. La passione per l’uomo. Quella passione che porta oltre 22.000 persone a varcare ogni anno, e più volte, la soglia del nostro Ospedale per donare il loro sangue ad altre persone sconosciute, bisognose del loro aiuto. È dedicata a loro la frase che Theodor Fontane fa dire a Il signore di Stechlin (1899): “Non vi è nulla di più invidiabile di un’anima se non la sua capacità di appassionarsi. La passione equivale a volare, è un movimento celeste verso l’alto”.
E questo è anche il mio augurio per tutti i lettori di Notizie Brevi: che nell’anno appena iniziato non ci venga mai meno la passione.

di Anna Parravicini

Top