Il Presidente

Prof. Girolamo Sirchia

Girolamo Sirchia nato a Milano nel 1933. Ha conseguito la libera docenza in semeiotica medica e in ematologia ed è Fellow del Royal College of Physicians of Edinburgh.

Ha lavorato per oltre 40 anni all'Ospedale Policlinico di Milano, dove ha creato e diretto un moderno servizio trasfusionale, e fondato un'Associazione di Donatori di Sangue (Amici del Policlinico) che oggi conta oltre 22.000 donatori periodici. Il servizio trasfusionale ha fidelizzato i propri donatori attraverso un ampio programma di prevenzione e di counseling sanitario. Nel 1976 ha costituito il Nord Italia Transplant e nel 1993 la prima banca europea di sangue placentare, la Milano Cord Blood Bank. Ha pubblicato oltre 800 lavori scientifici.

Estensore del "Manifesto bianco" in difesa dell'Ospedale pubblico a metà degli anni '80, è stato Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Milano dal 1999 al 2001 e per quattro anni Ministro della Salute.

In qualità di Assessore ha svolto in particolare una politica di forte sostegno agli anziani soli e fragili e ha messo a punto una valutazione qualitativa delle Residenze Sanitario-Assistenziali di Milano, proporzionando la retta pagata dal Comune alla qualità dei servizi erogati ai ricoverati.

Durante il suo Ministero ha redatto, tra l'altro, nel 2003, la legge di riordino degli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS). Sempre nel 2003 ha presieduto a Milano la Riunione dei Ministri Europei della Salute, che ha concordato su un'azione comune per la promozione di stili di vita salutari ed ha chiuso il semestre italiano di Presidenza dell'Unione Europea, ottenendo l'approvazione di una serie di misure, tra le quali quelle riguardanti il farmaco, i trapianti di cellule e tessuti e lo screening per i tumori del colon-retto.

Ancora nel 2003 ha ottenuto dal Parlamento la delega al Governo per redigere la legge di "Tutela della salute dei non fumatori" entrata in vigore il 10 gennaio 2005, seconda nell'Unione Europea dopo quella irlandese.

Il 23 marzo 2005 ha siglato con le Regioni un patto che prevede il ridisegno dei più importanti aspetti della sanità italiana. Ha istituito l'Agenzia Italiana del Farmaco, il Centro di Controllo per le Malattie e per la prima volta ha inserito nella Legge Finanziaria per il 2005 la definizione degli standard di quantità e qualità dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), il Piano Nazionale della Prevenzione e il Piano Nazionale dell'Educazione Continua in Medicina.

Top